Viaggio in Russia

VIAGGIO IN RUSSIA 5-11 AGOSTO 2010


L’uscita organizzata dal Gruppo Alpini come visita ai luoghi che hanno fatto da scenario al ripiegamento delle armate italiane durante la campagna di Russia, è stata un’esperienza impegnativa, che ha costretto il gruppo misto, per età e sesso, ad avere sempre la valigia in mano da Mosca fino ai confini con l’Ucraina.
…una gita, un viaggio, un pellegrinaggio…
Una gita per i lunghi viaggi in corriera, con i loro momenti goliardici e le foto a chi si era addormentato.
Un viaggio per le meraviglie viste e per aver visitato luoghi assolutamente diversi a quelli del nostro territorio (le dimensioni in primis) e diversi tra loro (la differenza tra Mosca e Postojali).

Leggi tutto...

 

IMPRESSIONI DEL VIAGGIO IN RUSSIA- agosto 2010 –


Sono certo che nella mia memoria rimarrà indelebile il commovente viaggio in Russia con la visita nella campagne del Don perché i segni e il ricordo della guerra lasciano cicatrici incancellabili che nemmeno il tempo riesce a lenire.
E’ stato un vero e proprio privilegio potermi aggregare, nel mese di agosto 2010, al gruppo di 50 Alpini di Onigo che, in occasione della loro 80^ di Fondazione, hanno voluto  ripercorrere gli eventi drammatici del 1943 visitando i luoghi della memoria.
E’ stata un’esperienza del tutto toccante per ciascuno di noi, sia per l’aver calpestato quella terra dove tanti nostri giovani hanno sacrificato la loro vita, sia per lo straordinario spirito di gruppo degli Alpini che, anche in quell’occasione, hanno saputo trasmettere in ciascuno di noi un clima di familiarità, di unione, di armonia e di serenità che ha annullato tutti i disagi derivati dalle critiche condizioni climatiche del tutto anomale.
Immersi, infatti, in un’aria davvero poco respirabile a causa dei fumi degli incendi  - verificatesi in terra russa, proprio nel  periodo in cui ci trovavamo lì - e alle alte temperature, siamo stati portati a pensare e a percepire con maggior cognizione la fatica, il senso di smarrimento e il dramma vissuto da tanti nostri ragazzi che hanno affrontato l’amara e tragica esperienza della guerra.

Leggi tutto...

 

Pellegrini nei luoghi della ritirata di RUSSIA


Ho avuto il dono e la gioia di partecipare con il gruppo alpini di Onigo, in occasione  del loro ottantesimo di fondazione ed assieme ad altre persone , al pellegrinaggio nei luoghi della ritirata di Russia.
Siamo partiti con un po' di trepidazione  al pensiero di dover affrontare un viaggio insolito e per certi aspetti un po' avventuroso, almeno sentendo gli echi di coloro che ci avevano preceduto.
E, invece si è rivelata un'esperienza davvero straordinaria sotto tutti i punti di vista, sia umanamente che spiritualmente.
La grande madre Russia ci ha accolti nel suo immenso abbraccio, nella rotondità della sua terra che si perde all'infinito e che non si può abbracciare con lo sguardo. Ci si sente proprio tanto piccoli, indifesi ed esposti ad una immensità che si può cogliere solo in piccolissima parte.
Penso che sia apparsa così quella terra ai nostri giovani soldati mandati lì a causa di una folle e pazza idea di una guerra di conquista da combattere e da vincere come se non bastasse la nostra Patria così bella, ricca di storia, di libertà, di vitalità, di fede.

Leggi tutto...