Onigo di Pederobba

7ma Festa di Primavera  1° aprile 2012

Intensi nuvoloni si sono affacciati domenica 1° aprile sopra il cielo di Onigo di Pederobba, sembrava che il tempo tramasse contro la 7ma edizione della festa di primavera ma a poco a poco il sole ha fatto capolino tra le nuvole.

 Forte era anche la preoccupazione del Gruppo Alpini Onigo che con passione aveva organizzato con la collaborazione dell'amministrazione comunale,del comitato festeggiamenti, della parrocchia ed in particolare con gli istituti comprensivi di Sernaglia della Battaglia e di Pederobba, per il secondo anno consecutivo il concorso di pittura a tecnica libera riservato agi alunni di scuola media intitolato Fiori e colori”.

 La improvvisa clemenza del tempo ha fatto sì che l' inaugurazione della festa da parte delle autorità si sia svolta sotto un pallido ma tiepido sole.

 Decine di palloncini colorati si sono poi levati in volo portando con sé un pensiero o un desiderio che ogni alunno delle elementari aveva espresso

 Chi si è aggirato tra le bancarelle e le esposizioni di piante e fiori, avrà certamente notato dei ragazzi sparsi qua e là in ogni angolo con tavoletta e foglio di disegno in mano, erano i ragazzi, tanti, e ne siamo fieri come gruppo alpini,che hanno partecipato al concorso.

 La seconda edizione del concorso è frutto di una collaborazione che gli alpini di Onigo hanno iniziato nel 2010, anno del loro ottantesimo di fondazione, con le scuole medie di Pederobba,tutti ricorderanno certamente la mostra delle vetrate che ha aperto ufficialmente le manifestazioni.

 Il gruppo ha ritenuto che rivolgersi ai giovani, per tenere alto il ricordo del sacrificio dei nostri nonni e bisnonni che hanno combattuto nel nostro territorio, sia il miglior modo di far capire loro la storia, il nostro passato e quello che ora rappresentano gli alpini, portatori di solidarietà, amicizia e perché no anche di cultura. (Non sempre e solo fiaschi de vin).

 Una mostra di disegni che gli alunni hanno eseguito durante l'anno scolastico,inaugurata dal sindaco Raffaele Baratto ha fatto da sfondo e ha colorato l'ambiente che ospitava l'avvenimento.

Cinquantaquattro ragazzi di entrambe le scuole medie si sono presentati di buon mattino per mettersi al lavoro.

Possiamo dire che il numero di partecipanti ha certamente superato ogni  aspettativa e il risultato delle opere in concorso è stato veramente eccezionale per tutti.

 

 La giuria composta dai Professori …Cunial Istituto comprensivo Pederobba

                                                                 Giotto Istituto comprensivo Sernaglia della Battaglia.......

                                                Dall'assessore alla cultura del Comune  Prof. Agostino Vendramin

                                                Dal vice capogruppo degli Alpini           Sig.  Flavio      Pizzaia

                                                Dal Vicepreside della scuola di Sernaglia prof. Ghizzo Adriano

ha stillato la seguente classifica:

Istituto comprensivo Pederobba                  Istituto comprensivo Sernaglia

 

                                         Primi classificati:

Favero Linda   Classe 1a A                               Zannoni Rebecca   classe 1aA

                         Secondi classificati:

Zhongrui Zhang classe 3aD                              Balliana Marta       classe 3aC

                                        Terzi classificati:

Trinca Lorena  classe 2aB                                Pierobon Giulia classe 1aC

                                               Menzionati:

Trinca Stefano classe 3aB                                Breda Edoardo classe 1aB

Vendramin Denise classe 1aD                         Collewincler Aurora classe 2aB

Piazzetta Anna classe 2aB                                Foudal Ghizlane classe 2aB

                                                  Segnalati:

Durighello Alessandro classe 3aB                     Bertazzon Thomas classe 2a

                                                                               Culla Diletta classe 3aC

 

 

                                                                                                                                                                                           

 

A tutti i concorrenti è stato assegnato un attestato di partecipazione che verrà loro consegnato negli istituti scolastici dai rispettivi professori.

 

 

 

 

 

 

 

 

 Le premiazioni in via eccezionale sono state presiedute dal neo Presidente della sezione A.N.A. Di Treviso,RaffaelePanno del gruppo Alpini Pederobba.

Hanno partecipato inoltre alle suddette Il vicecapo del Gruppo Alpini Onigo,e l'assessorealla cultura del comune di Pederobba. e il presidente del Comitato Festeggiamenti Onigo.

 Non resta che invitare tutti alle prossime iniziative scuola -alpini che saranno come sempre entusiasmanti e presto rese note.

 

 

 

 

 

 

 

Attività 2011

“Fin che avon fia’” E' il motto del gruppo

 Ecco allora che:

Accantonato  il 2010, anno dell’ottantesimo della fondazione del gruppo, gli Alpini di Onigo non  hanno certo vissuto solo di ricordi.

Nel 2011 infatti hanno ripreso a pieno ritmo la loro frenetica attività, rivolta soprattutto al volontariato,prima componente dello spirito alpino.  La cronaca non necessita di date bastano i concetti.                                                                      

 Molte sono state le occasioni in cui il Gruppo si è adoperato per i meno fortunati, magari solo per accompagnarli spingendo una carrozzina, cucinando loro una braciola o semplicemente donando loro un po’ di allegria, una parola, un gesto affettuoso e avere come ricompensa un loro sorriso. Ricordiamo a tal proposito il vincolo che lega il Gruppo al Nucleo Stella Alpina i diversamente abili di Pederobba,  la festa del volontariato,la fiaccolata per la casa Via Di Natale di Aviano, come ogni anno la partecipazione alla marcia dell’A.D.V.A.R.(associazione di volontari che assiste i malati terminali)  durante la quale il compito del gruppo è di assicurare ai partecipanti,( quest’anno più di tremila secondo”LA TRIBUNA DI TREVISO”), una buona pastasciutta calda,la vendita delle colombe pasquali a favore dell’A.D.M.O. e inoltre la raccolta di cibo con il banco alimentare.

Particolare sensibilità da qualche anno a questa parte viene rivolta alla scuola e in particolar modo agli alunni di terza della scuola media, che anche nel 2011,sono stati accompagnati sul monte Grappa, luogo Sacro alla Patria e caro agli alpini tutti, dopo una lezione, con filmati inediti, tenuta loro dal Comm. Scrittore Italo Zandonella Callegher sulla Grande Guerra che ha visto protagonisti appunto il Grappa, il Piave, Il Montello e tutta la zona circostante Anche la semplice offerta di tè durante le gare campestri delle scuole da modo al Gruppo di essere vicino ai nostri ragazzi.

Sempre per iniziativa del G.A.O. durante la festa di Primavera, svoltasi ad Onigo,gli alunni delle medie di Pederobba e Sernaglia sono stati coinvolti in un concorso di pittura, che ha visto un discreto numero di partecipanti con ottimo risultato Artistico. Ringraziamo per la collaborazione data: in particolar modo il Preside della scuola media di Pederobba e tutti gli insegnanti che si sono prodigati con entusiasmo per la buona riuscita degli avvenimenti.

Non meno importante è l’impegno che il gruppo dedica al territorio con la costante pulizia della Liona, la partecipazione attiva alla giornata ecologica,la manutenzione della zona circostante l’Eremo di Sant’Elena e altro ancora.

Lo sport non esula certo dai programmi degli Alpini di Onigo che ogni anno accolgono nella loro sede i piccoli del calcio per un piccolo raduno, Straordinaria importanza ha la partita del cuore che quest’anno ha visto la partecipazione di quattro squadre impegnate in un mini torneo, e perla del gruppo la manifestazione sportiva più importante il 35° campionato italiano A.N.A. di staffetta in montagna sul Monfenera con la collaborazione dei gruppi di Pederobba, Castelli, Monfumo Senza tanti vanti possiamo dire che è stata allestita una manifestazione, a detta di tutti i partecipanti,(quasi cinquecento atleti)straordinaria sia per organizzazione che per gestione, non possiamo dimenticare la serata trascorsa con il Gruppo Amici della Montagna Di Onigo, con i quali essendo alpini coltiviamo un certo feeling.

Non sono mancati certo gli impegni istituzionali come la partecipazione del gagliardetto a tutte le possibili manifestazioni, tra le più importanti ricordiamo quelle per il 150° dell’Unità d’Italia la commemorazione dei caduti in Russia al Bosco delle Penne Mozze, all’adunata Nazionale di Torino, al raduno sull’Ortigara.

In fine il gruppo ha a cuore tutti i sui soci e per loro organizza come ogni anno degli eventi che consentono loro di trovarsi assieme con allegria, segnaliamo pertanto il pranzo sociale,  la gita turistica, la scampagnata sul Monfenera (Festa della fameja alpina),la passeggiata tra i colli di Onigo, la festa del patrono S. Maurizio con cerimonia liturgica e pranzo finale.

Sono stati così tanti che sicuramente qualcosa è stato tralasciato ma il Gruppo trascinato dal, rieletto e brillante, capogruppo Sandro Ciet sarà pronto ad iniziare il nuovo anno con lo stesso vigore, lo  stesso impegno,lo stesso entusiasmo e la stessa dedizione di sempre.

Un Augurio a tutti di un FELICE ANNO NUOVO

 

 

 

Gli eletti dall'assemblea dei soci il 15 Gennaio 2012  riunitisi il 22 gennaio 2012 così hanno deliberato per il nuovo consiglio.

 

 

 

 

 

CONSIGLIO GRUPPO ALPINI ONIGO BIENNIO 2012- 2013

COGNOME NOME                                        CARICA SOCIALE

Ciet Alessandro                                               Capogruppo

Pizzaia Flavio                                                    Vice vicario

Bedin Dino                                                       Vice

Morandin Emanuele                                       Segretario

Menegon Oscar                                               Tesoriere e vice segretario

Bedin Mirco                                                     vice Tesoriere

Cozza Martino

Durighello Mauro

Buttol Demetrio

Bailo Mauro

Bozzoni Andrea

De Paoli Pierino

Forner Enrico

Rossetto Costantino

Forner Roberto                                               responsabile P.C. del gruppo

Pizzaia Guido

Ciet Virginio

Menegon Germano                                        Revisore dei conti

Groppo Michele                                              Revisore dei conti

Barbisan Bruno                                               Revisore dei conti

 

 

 

35°  Campionato  Nazionale  A.N.A. di corsa a staffetta in montagna

 

 

 

Tra fiume Piave e Monte Grappa, qui si trova Pederobba (TV) paese che ha avuto l’onore e il piacere di ospitare la 35^ edizione del campionato nazionale ANA di corsa in montagna a staffetta svoltosi nei giorni 1 e 2 ottobre 2011.Un fine settimana di tempo stupendo in cui sono affluiti ben 485 atleti di 27 sezioni che si sono sfidati agonisticamente sul percorso del Monfenera, teatro di battaglie nel primo conflitto mondiale dove sono tuttora visibili grazie alla cura degli Alpini, trincee, postazioni e gallerie. Un percorso di 7250 metri e con 468 metri di dislivello, magistralmente preparato in collaborazione con il Gruppo Podisti Pederobba e ben presidiato dai volontari della Protezione Civile sezionale.La manifestazione, organizzata dalla sezione di Treviso nell’ambito delle celebrazioni per il  90° anniversario di fondazione in collaborazione con i gruppi di Pederobba, Onigo, Castelli e Monfumo, è cominciata sabato 1° ottobre con l’alzabandiera, la sfilata per le vie del paese onorata dalla presenza di circa cento tra vessilli e gagliardetti e dagli Alpini in armi del 7° Reggimento di Belluno. Dopo la S.Messa e l’onore ai Caduti, hanno preso la parola per i saluti di rito le autorità presenti tra cui il vice presidente nazionale vicario Favero, il presidente della sezione di Treviso Casagrande, il consigliere nazionale di raggruppamento Geronazzo, il sindaco Baratto e il capogruppo degli alpini di Pederobba Roberto Michielon. La serata si è conclusa sotto il palatenda della Pro Loco, con il concerto del coro ANA di Oderzo (TV) e dei “padroni di casa” del Coro Voce Alpina, ben conosciuto in ambito alpino e non, per lo spettacolo “Centomila gavette di ghiaccio” (riduzione teatrale del libro di Giulio Bedeschi in collaborazione con la Faber Teater) rappresentato in svariate località italiane con oltre 50 repliche.Domenica 2 ottobre alle 9,00 è iniziata la gara vera e propria. Nella splendida cornice del parco di Villa Onigo, antica dimora dei Conti che le hanno dato il nome, hanno preso il via ben 187 staffette di varie categorie. E’ stata una gara avvincente con un grande successo di pubblico, che ha avuto un finale spettacolare nella categoria 1 (fino a 49 anni) con il testa a testa tra Bergamo A (Bosio, Cavagna, Bosio) e Carnica A (Morassi, Primus, Nardini) che ha visto prevalere quest’ultima per soli tre secondi (1h 29’18” contro 1h 29’21”) scalzando così i re indiscussi delle ultime edizioni della gara; terzo Brescia A con il tempo di 1h 31’09”. Nella categoria 2 (fino a 59 anni) l'ha spuntata Belluno F (Tadello, Caldart e Bortoluzzi in 1h 39’05”) davanti a Trento E (Cappelletto, Gadler e Rosso in 1h 39’32”) e Belluno G (De Biasi, De Conto e Cancel in 1h 39’41”). Tra gli atleti della categoria 3 (OVER 59) la vittoria è andata a Bergamo F (Merelli e Pasini con 1h 10’19”) davanti a Belluno I (Viel e Andrich 1h 10’43”) e Bergamo G (Bergamelli e Bigoni 1h 18’03”). Nella classifica speciale per sezioni, il trofeo Erizzo è stato vinto da Belluno con 784 punti seguita da Bergamo con 782   e Valdobbiadene con 771. L’atleta più veloce sul giro è stato Davide Pilatti (27’38”) della Valcamonica.A fine gara la manifestazione è proseguita con il pranzo al palatenda dove gli alpini in collaborazione con la Pro Loco hanno sfamato oltre seicento persone tra atleti, accompagnatori e ospiti con un lauto pranzo arricchito dalle caldarroste, i famosi “marroni del Monfenera” a cui Pederobba dedica ogni anno una festa proprio nel mese di ottobre. Alle 14.00 la cerimonia delle premiazioni delle varie categorie da parte della commissione sportiva nazionale. Alle 17.00 chiusura ufficiale della manifestazione con l’ammainabandiera.I quattro gruppi organizzatori della sezione di Treviso hanno avuto la soddisfazione di aver portato  a termine un grande evento sportivo, caratterizzato da una straordinaria partecipazione di atleti e di pubblico, in cui la rivalità della competizione si è accompagnata meravigliosamente con la sportività alpina e con la consapevolezza di essere parte di un’unica famiglia fin dai tempi della naja; tutti, atleti e organizzatori, uniti in un abbraccio simbolico che si chiama spirito alpino, da sempre foriero di solidarietà e successo. A fianco degli Alpini vanno ricordate le associazioni del territorio che hanno collaborato alla realizzazione dell’evento e a cui va il nostro grazie in particolare la Pro Loco, il Gruppo Podisti, l' A.V.A.B. di Pederobba. Vanno doverosamente ricordati i numerosi sponsor che hanno creduto nel valore della manifestazione e un riconoscimento particolare va all'I.P.A.B. Opere Pie d'Onigo per la concessione dell'area e dei locali eall’Amministrazione comunale di Pederobba, al sindaco Raffaele Baratto e all’instancabile assessore allo sport Doriano Stanghellini, alpino “doc”, il cui lavoro è stato determinante per la riuscita della manifestazione.

Appuntamento a Lozzo di Cadore (BL) per l’edizione 2012.

 

 

 

CISON DI VALMARINO

10 Aprile 2011

Nell'ambito delle manifestazioni per il 150° dell'unità d'Italia, il Gruppo Alpini Onigo, il Gruppo Alpini Pederobba e l'Amministrtazione Comunale, hanno voluto ricordare, con una semplice ma suggestiva cerimonia in quel di Cison di Valmarino, tutti gli Alpini del comune di Pederobba, caduti su tutti i fronti di guerra.

Perchè a Cison di Valmarino...?  Perchè in quel paese esiste un luogo che ogni volta che una qualsiasi persona lo visiti sia essa alpino o no, no può non sentirsi correre un brivido nella schiena e riflettere sugli orrori di tutte le guerre. Questo luogo non a caso si chiama "BOSCO DELLE PENNE MOZZE".  Una stele con il nome di ogni caduto, è tutto ciò che rimane a memoria di quanti hanno dato la vita per la Patria.

Rivolgendo un  pensiero a tutti, in particolar modo, sono stati ricordati gli Alpini Cadutii del comune di Pederobba.  

La cerimonia ha avuto inizio con l'Alzabandiera  e l'Onore ai Caduti, seguita dalla S. Messa celebrata da Mons. Piero Evangelista, durante la Quale è stata data lettura dei nomi degli Alpini Pederobbesi caduti; per ogni nome un rintocco di campana.

Il Sindaco Raffaele Baratto ha poi consegnato ai famigliari intervenuti alla cerimonia una pergamena ricordo e per finire  è stata posata su ogni stele dei nostri caduti una rosa, gesto semplice ma significativo in particolar modo per noi tutti che mai dimentichiamo coloro che sono andati avanti, siano essi contemporanei, nonni o bisnonni.     

                                                                     

 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 10 di 11