Agosto in Puglia

Due sono gli avvenimenti che hanno caratterizzato le attività del gruppo nell’agosto appena trascorso:

 Domenica 4  con la tradizionale festa Della “Fameja Alpina”, un annuale appuntamento per un picnic sul Monfenera ,dove centinaia di persone,famiglie intere, si ritrovano per passare una giornata in allegria con gli alpini del gruppo di Onigo.

A seguito il 7 Agosto di buon mattino un pullman è partito  con a bordo 57 persone alpini e famigliari per una 5 giorni turistica attraverso i luoghi più significativi della Puglia e della Basilicata.

La variegata e allegra compagnia,che ha usufruito delle prime ore di viaggio per un breve riposino si è prontamente risvegliata a Loreto per la sosta pranzo e la visita obbligata al Santuario Mariano per proseguire poi verso

 San Giovanni Rotondo ,dove era previsto il pernottamento.

Il giorno seguente è stato dedicato alla visita del famoso Santuario di San Padre Pio dove si è  potuta ammirare la nuova chiesa progettata dal famoso architetto  Renzo Piano.

Lo sfarzo del luogo,non certamente ispirato alla indole di Padre Pio, ha lasciato alcuni perplessi,ma alla fine l’omaggio con fede alle Spoglie esposte del Santo è stato unanime.

Seconda meta e principale motivo della gita è stata la visita al Sacrario dei Caduti d’Oltremare a Bari,guidati da un espertissimo colonnello dove è stato reso  l’Onore a tutti i Caduti.

Dopo l’obbligatoria foto presso il Cippo degli Alpini,è stata la volta della  visita di Bari accompagnati da una esperta guida.

Trasferimento quindi i a Noci; punto di partenza per le successi ve escursioni.

Ad Alberobello, caratteristica cittadina, famosa per i trulli un produttore ha accolto la comitiva sulla sua terrazza dalla quale si è potuta  osservare, come in una cartolina , la cittadina con i suoi

caratteristici tetti a cono che dopo aver assaggiato i prelibati prodotti della sua azienda ha proceduto alla visita della città.

Il pomeriggio, il bellissimo sito dei Sassi di  Matera (Patrimonio dell’Unesco), ha accolto l’allegra brigata con una guida d’eccezione, il Professor Cappucci, insegnante all’istituto comprensivo di Pederobba, che grazie alla collaborazione alpini scuola , è stato  con il Capogruppo degli Alpini

Ciet il promotore e l’ideatore della gita stessa.

E’ stata l’escursione che più ha riscosso successo, grazie alla bravura e preparazione dimostrata dal professore che ha fatto da cicerone ai villeggianti attraverso gli stretti vicoli della città.

La serata è poi  trascorsa a Noci visitando in libera uscita il suo bel  centro storico

L’indomani immersi nei meandri della terra si sono potute ammirare le stalattiti e la stalagmiti delle grotte di Castellana, vere opere della natura,attraverso un percorso di più di tre chilometri.

Oramai contando le ore per il ritorno, al pomeriggio dopo aver visitato un frantoio artigianale per la produzione dell’olio di oliva, c’è stata la visita  con guida alla bianca Ostuni, cittadina situata sopra un colle, così definita per il tipico colore delle sue case.

L’addio serale a Noci è stato caratterizzato da una abbondante pioggia che non ha certo scoraggiato coloro che hanno ancora una volta visitare il centro.

Pronti i bagagli il mattino seguente la comitiva si è diretta verso casa con sosta a Torre delle Palme,paesino medioevale in provincia di Ascoli Piceno arroccato sopra un colle,per un lauto pranzo di pesce per poi risalire in pullman dopo una breve

visita al centro storico.

I trasferimenti in pullman attraverso il variegato panorama che offre la Puglia olivi vigneti, pale eoliche e meravigliose cittadine non hanno per nulla reso pesante il viaggio, grazie alla bravura del conducente e ai ragazzi Alessia , Giovanni  e Rebecca che hanno saputo allietare con sano spirito giovanile l’intera compagnia.

Un ringraziamento va certamente alla buona organizzazione della agenzia di viaggi ma un ringraziamento particolare va al nostro  capogruppo Ciet Alessandro che per mesi si è prodigato per la perfetta riuscita dell’avvenimento.

La prossima meta sarà la Sicilia?

La richiesta c’è, gli alpini pure…….