RUBRICA  DEDICATA  A TUTTI  COLORO CHE DESIDERANO  AVERE NOTIZIE  DEI  PROPRI  ALPINI  MORTI E DIPERSI  IN  RUSSIA

LA RUBRICA E’ CURATA CON GENTILE INTERESSAMENTO DALLO SCRITTORE ITALO ZANDONELLA CALLEGHER

Chi fosse interessato all’argomento può rivolgersi alla sede del Gruppo Alpini Onigo, sita a Onigo in via Brigata Julia N°1; al capogruppo Alessandro Ciet o scrivendo una mail a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Qui di seguito vi segnaliamo due casi di profili trovati presso l’Archivio di stato che danno l’idea di come si svolgerà la nostra rubrica.

Angelo Bogana (Vedi:La Madrina sul sito)

 

                               BORDIN ANTONIO               matricola 54143      del Distretto Militare di Treviso

 

Figlio di Giuseppe e di Favaretto Annellisa (o Carmela ?), nato il 14 giugno 1914 a Pederobba, via Curogna, Treviso.

 

Statura m 1,68    

torace 0,89   

capelli biondi lisci

viso lungo 

naso retto grosso

mento ovale                                                              

occhi castani       

sopraciglia castane                

fronte alta     

colorito pallido      

bocca giusta

Professione contadino       

sa leggere  

sa scrivere 

studi: 3ª elementare

 

Soldato di leva classe 1914, Distretto di Treviso, li 21 maggio 1935.

Quale rivedibile è lasciato in congedo illimitato. Deve rispondere alla chiamata alle armi.

Chiamato alle armi è giunto il 5 ottobre 1936 nel 12° Reggimento Alpini Btg Belluno. Idem il 24 aprile 1939.

In congedo illimitato il 25 agosto 1937.

Richiamato alle armi per istruzione nel Btg Alpini in Belluno 32° Regg. Salmerie il 7 settembre 1939. Tale nel Btg Belluno mob. e tale in territorio dichiarato in istato di guerra il 15 giugno 1940.

Partito per la Grecia il 31 dicembre 1940 dove giunge in territorio in istato di guerra il 3 gennaio 1941.

Rientrato dalla Grecia il 15 aprile 1942.

Trasferito al 9° Alpini in Gorizia, Divisione Julia, il 14 agosto 1942 da dove parte subito per la Russia, sempre con il 9° Alpini.

Giunge in Russia, in territorio di guerra, quale conducente, il 25 agosto 1942.

 

Disperso nel fatto d’armi in POPOWKA, Russia, il 21 gennaio 1943.

 

Rilasciato verbale di irreperibilità dal Dep. del 9° Regg. Alpini  il 21 aprile 1943.

 

Ricerca di Italo Zandonella Callegher del 26 ottobre 2010 presso l’Archivio di Stato