Tra gli Alpini del gruppo c'è anche chi porta, innata, una vena poetica genuina: egli è Fausto Mondin ma si firma  con lo pseudonimo "El vecio pomer". Uno pseudonimo carico di significato in questa nostra epoca in cui le risorse preziose che la natura ci concede a volte sono trattate come vecchi e logori soprammobili da buttare.

Alcune delle sue opere sono esposte nella sede ed altre accompagnano sempre il gruppo Alpini di Onigo alle Adunate Nazonali, molte altre invece sono da lui custodite. Esse sono state richieste  anche da quotidiani di grande tiratura ma inutilmente; egli ha invece acconsentito perchè alcune venissero  pubblicate qui.

Eccole dunque !

Buona lettura ed un grazie al nostro "Vecio Pomer".

 

 

 

 Tuti unidi i dis i alpini
 pace e amore, no i a d'aver confini
 volerse ben, da veri fradei
 poareti siori, grandi e cei

  Tuti i vive, par un sol ideal
 esser utili e aiutar,tut el stival
 se l'e necessario, no l'è un mistero
 aiutar el prossimo, del mondo intero

  Su tuti i campi, ognun s'impegna
 dale Alpi, ala Sicilia, fin in Sardegna 
 vera tempra da montagna
 ovunque pronti,e nesun se lagna

 Se i beve un goto, e no ghe manca el pan
 l'è guadagnà col sudor,e i cai sule man
 certo no , come tanta gente 
 che i se lo guadagna, co la tangente

 Se i omeni fosse come i alpini, su la tera
 no ghe saria pi odio,e gnanca guera
 parchè i alpini in ogni logo, in ogni via
 i porta fratellanza e allegria

 Alpino vol dir gente leale e fina 
 sincera onesta, de stirpe contadina 
 se ghe piase el vin, no le un delito
 parchè el so moto l'è" Marciar drito".

 

EL VECIO POMER

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


l