2016: IL GRUPPO SI RACCONTA........

Il Gruppo Alpini Onigo è solito agire nell’ombra senza pubblicità o propaganda alcuna per questo troviamo opportuno ,almeno una volta all'anno dargli un pò di riconoscenza.

Questo articolo non vuole essere una lode ne un'esaltazione dell'operato del Gruppo ma solamente un modo per portare a l'opinione pubblica ciò che vale nel territorio un Gruppo Alpini.

E' giusto che la gente ogni tanto venga a conoscenza del lavoro e dell'impegno che

esso svolge volontariamente, impegnandosi sempre più intensamente

con le scuole  coinvolgendo alunni delle  primarie e secondarie in attività didattiche come l'accompagnamento attraverso le trincee di Onigo e alla Cima Montegrappa, coadiuvati da due esperti di storia quali lo scrittore Alpino “Italo Zandonella Callegher” e L'Alpino “Luigino Busnello” e organizzando oramai da anni il concorso di pittura a tecnica libera “Fiori e Colori” che si tiene nell'ambito della festa di Primavera ,organizzata dal comune, da questo anno esteso non più solo agli alunni delle medie ma anche agli alunni delle quinte elementari.

Il gruppo inoltre porge la sua opera nel territorio con la pulizia di alcuni siti sia comunali che parrocchiali come la Liona, piccola collina che sovrasta il paese, l'Eremo di Sant'Elena, luogo di culto in un'oasi di pace situato tra i boschi di Onigo, ed altri ancora.

Lavora con le associazioni sportive del luogo porgendo loro sede logistica e aiuto vario, ricordiamo in proposito il torneo di beach volley, concorsi vari di atletica,un calcio al bisogno,torneo indetto per beneficenza con la presenza annuale della Nazionale Italiana Magistrati che si svolge nel mese di ottobre, collabora con associazioni di volontariato quali l'ADVAR ' con le Opere Pie di Pederobba ecc...

Da quest'anno si è insediato il nuovo consiglio, eletto dai soci in assemblea plenaria,

dal quale è uscito rieletto come  capogruppo Alessandro Ciet.

Non possiamo non menzionare il pranzo sociale, tenutosi nel mese di febbraio, con un'ospite tanto inatteso quanto importante: il Presidente Nazionale Sebastiano Favero

accompagnato dal Presidente di sezione (Treviso) Raffaele Panno che ringraziamo vivamente di averci portato  tanto gradito e importante ospite.

Essi si sono presentati alla porta chiedendo umilmente di sedere tra la gente

tra lo stupore di tutti i commensali.

Inoltre il  gagliardetto del Gruppo partecipa a tutte le manifestazioni indette dall’ANA e dai vari gruppi del territorio r oltre,è presente dove è possibile al saluto di chi ci lascia e «Va Avanti» come recita un vecchio detto Alpino.

Pochi sono i fine settimana in cui il Gruppo può dire di essere esente da impegni, ma la soddisfazione di essere nel contesto dell'alpinità rende piacevole ogni sforzo.

Non vanno dimenticate le iniziative di aggregazione con la comunità, come la gita sociale a Cividale e Venzone, il viaggio di 4 giorni   nelle Marche e l’annuale passeggiata attraverso i colli di Onigo con più di cento partecipanti tenutasi a settembre, aperte a tutta la popolazione.

La festa di San Maurizio Patrono degli Alpini,  quest'anno si è tenuta a Cima Grappa,con una Messa presso la Cappella ai Caduti celebrata dal Parroco di Onigo Don Luigi e seguita da due momenti commemorativi con la deposizione di una corona presso il complesso Italiano e una presso quello Austro Ungarico in onore di tutti i caduti che sono sepolti in questo Sacro luogo, la serata si è conclusa con una cena in allegria  presso il rifugio Bassano.

Pensiamo che ai sessanta partecipanti  rimarranno impressi nella memoria quei momenti passati lassù tra meditazione e gioia,tra nebbia e cielo sereno ,tipico del luogo, e che li uniranno per sempre nello spirito di umiltà, fratellanza, dovere e volontarietà che è la forza dell’alpinità.

Data l'intensità degli impegni forse qualcosa ci è sfuggito, chiediamo scusa di cuore

ma questo è quanto si deve al Gruppo Alpini Onigo che intende continuare con il solito spirito di abnegazione come dice il suo motto:”Fin che Avon Fià”